Cagliari: cosa visitare in poche ore della città

Dove vuoi andare in vacanza?

Scopri le nostre idee su cosa fare e quali località visitare in Italia.

Cagliari: cosa visitare in poche ore della città

Il Bastione di San Remy, Cagliari

Uno dei luoghi più famosi della città di Cagliari, il Bastione di San Remy


Cagliari è una delle città italiane più belle dal punto di vista costiero, magnifica città di mare circondata da spiagge, stagni e montagne sul mare. Cagliari vanta una storia plurimillenaria e uno stile che non la vede assomigliare a nessun’altra città italiana se non forse ad alcune zone di Genova e Pisa (un intero quartiere, chiamato Castello, è stato costruito dai pisani e abitato da loro assieme ai genovesi per lungo tempo); si potrebbe dire che Cagliari ha qualcosa più di Malta e delle città costiere spagnole (popolo che ha retto la Sardegna prima dei piemontesi per più di 200 anni, incorporando la città nel proprio stato), come in effetti aveva notato anche lo stesso D.H. Lawrence nel 1921.

Per visitare Cagliari il periodo migliore è sicuramente metà Giugno, quando le temperature diventano abbastanza calde da permettere di fare i bagni nel mare (che spesso continuano sino a Ottobre) ma non sono afose; di solito i turisti vengono o in aereo o in crociera. Se dovessi andare in crociera a Cagliari ricordati di guardare prima la guida di “Cosa vedere a Cagliari” come quella che abbiamo allegato tramite link: almeno coglierai l’essenza della città completa, pur non avendo occasione di visitarla tutta.

In questo articolo vedremo brevemente alcuni dei luoghi più famosi di Cagliari, partendo anzitutto dal posto più caratteristico: il Bastione di San Remy.

Il bastione, chiamato in teoria anche “Terrazza Umberto I” è derivato dall’unione di più bastioni spagnoli (infatti il nome piemontese per onorare Umberto non ha mai preso piede e la maggior parte dei Cagliaritani indica il luogo come “Il bastione”) formati in maniera da creare una piazza enorme da cui scorgere il mare e buona parte dell’abitato cittadino. La visione panoramica è favorita dalla località in cui si trova il monumento, il quartiere di Castello.

Costruito dai Pisani, il quartiere di Castello è uno dei più belli e rappresentativi di Cagliari, formato da antichi palazzi costruiti sulla roccia e da imponenti mura che rendevano il centro cittadino inespugnabile (poco lontano nella spiaggia di Giorgino si svolse una delle prime battaglie di Napoleone, dove i cittadini Cagliaritani difesero la città sebbene non aiutati dai piemontesi che invece fuggirono prima dell’arrivo delle truppe francesi; alcuni edifici si dice abbiano ancora i segni della violenza delle palle di cannone di Napoleone, che però nella città dovette rassegnarsi a essere sconfitto senza poter prevalere, così come al sud anche al nord della Sardegna).

Monumenti interessanti in questo quartiere sono poi la torre dell’elefante e la torre di san Pancrazio, costruite dai pisani (in origine era presente anche la torre dell’aquila ma venne incorporata in un palazzo di fianco, un tempo caserma), anche l’ex palazzo comunale e il palazzo viceregio possono essere interessanti da vedere, per non dire del museo archeologico nazionale.

Di fianco al quartiere di Castello è presente l’ex carcere storico di Buoncammino e in modo particolare la seconda visione panoramica di Cagliari, il belvedere di fianco ai giardini pubblici (dove è presente anche la galleria comunale). Da vedere infine nel centro per una camminata veloce è sicuramente il quartiere di villanova, pieno di piante e simpatici vicoli antichi; per riposarsi infine è consigliata l’ultima visione panoramica costituita dal bastione di santa margherita (in realtà i bastioni non finiscono qui, visto che c’è anche il bastione nell’ex ghetto ebraico da vedere, molto suggestivo e movimentato dove bere un bicchiere la sera).

Ci sarebbero altre cose da vedere a Cagliari in poche ore ma con questo itinerario certamente riuscirete comunque a fare una buona camminata e conoscere meglio la città.
Le nostre indicazioni finiscono qui? Non proprio perché potremmo suggerire anche un tour veloce del tipo “natura”, visitando i parchi nazionali di fianco a Cagliari come la bellissima Sella del diavolo e le saline di Molentargius, passando infine per la spiaggia di Calamosca o del poetto.

Leggi anche: Vacanze a Cagliari tra mare, natura e relax

LEAVE A COMMENT